ARTE & CULTURA

MAREMMA, TERRA DI TRADIZIONI E STORIA

Nella provincia di Grosseto sono numerose le località di interesse archeologico, monumentale e artistico che rendono il patrimonio artistico della Maremma fra i più importanti del territorio nazionale.

 

Una terra in cui l’uomo si è insediato da secoli, dagli Etruschi, dai Romani, agli Aldobrandeschi fino ai Medici e ai Lorena che hanno lasciato opere e fortezze di grande suggestione quasi con l’intento di proteggere la natura che li ospitava, più che dominarla. Le necropoli etrusche e le colonie fondate dai Romani sono alcune delle località privilegiate della Maremma, come Roselle con le sue rovine della città etrusca, Vetulonia con le sue tombe, Cosa, Sovana, Sorano e Pitigliano il cui territorio è circondato dalle “Vie Cave”, profondi percorsi ricavati dal taglio della roccia tufacea.

VACANZA IN MAREMMA SINONIMO DI EMOZIONI

Di particolare interesse, a Castiglione della Pescaia, la visita alla CASA ROSSA XIMENES, inserita nel contesto dell’area protetta WWF della Diaccia Botrona, progettata all’epoca della bonifica grossetana e oggi divenuta Museo Multimediale per l’osservazione della flora e fauna autoctona, quali ad esempio gli aironi bianchi, aironi rossi, anatre, il falco di padule ed il Cavaliere d’Italia. Sono organizzate anche visite dell’area paludosa in barchino.

Un po’ più distante, ma degno di visita, il GIARDINO DEI TAROCCHI in località Pescia Fiorentina (Capalbio), celebre parco artistico dell’artista Niki de Saint Phalle all’interno del quale sono rappresentate le 22 carte dei Tarocchi in ciclopiche sculture, alte dai 12 ai 15 metri, ricoperte di mosaici in specchio, vetro pregiato e ceramiche.

La Maremma si contraddistingue per le numerose AREE NATURALISTICHE PROTETTE che permettono di conoscere le realtà e le varietà faunistiche e botaniche, gli insetti e i fiori, la luce e i paesaggi di questa terra capace di regalare emozioni. Il più famoso, il Parco Naturale della Maremma, affacciato sul Mar Tirreno e sul Parco dell’Arcipelago Toscano, si estende per circa 25 km con una catena di colline che discendono verso il mare, spiagge sabbiose, scogliere, paludi, pinete e campi coltivati. Il Parco accoglie i visitatori mostrando il suo lato dolce e allo stesso tempo selvaggio, un contrasto di elementi che libera il piacere di sentirsi in un paradiso ritrovato. Si può visitare il parco attraverso degli itinerari prestabiliti con o senza guida e a piedi, a cavallo, in carrozza, in canoa o in bicicletta.

CASTIGLIONE DELLA PESCAIA RESIDENCE CERNAIA